Blog di Psicologia Psicologo Padova

Adriano Legacci

Crescita personale

Crescita personale

By: | Tags: , | Comments: 0 | luglio 20th, 2015

CRESCITA PERSONALE

Pagina 1 – Vai a Pagina 2

 

Nell’universo c’è un un unico angolo che potete essere certi di migliorare e quell’angolo siete voi
(Aldous Huxley)

Il modo migliore per realizzare i propri sogni è svegliarsi.
(Paul Valéry)

 

Nella pratica quotidiana ho modo parlare con molte decine di persone. Sono i pazienti con i quali lavoro ogni giorno, e sono persone che mi scrivono da ogni zona d’Italia per avere una risposta alle grandi domande della loro vita relative alla loro crescita personale o un suggerimento per affrontare una svolta vitale della loro esistenza.
Nel corso degli anni ho capito che esistono alcuni grandi temi, di carattere universale, che tendono regolarmente  a riproporsi nel corso della vita. Temi che prima o poi, nel corso dell’esistenza e della propria crescita personale, ogni essere umano è chiamato a fronteggiare.

  • Chi sono io?
  • Quali sono i miei diritti e i miei doveri, come essere umano, rispetto alla vita, ai genitori, ai figli, al coniuge, alle convenzioni sociali, agli insegnamenti religiosi?
  • Come faccio ad essere felice?
  • I pensieri mi tormentano. Come faccio a smettere di pensare?
  • Perché non riesco ad amare, o a sentirmi amato, e creare relazioni sentimentali soddisfacenti?
  • Perché non ama solo me? Sono geloso, e la gelosia devasta la mia vita.
  • Perché mi sembra di amare troppe persone contemporaneamente? Chi devo tenere e chi devo lasciare?
  • La sessualità mi spaventa, o mi travolge. Perché non posso vivere facendo finta di non avere un corpo?
  • Perché non dormo?
  • Perché non mangio?
  • Perché mangio troppo?
  • Quali sono le mie attitudini e i miei talenti? – ammesso che io ne abbia
  • Che cosa farò della mia vita?
  • Ho tutto: ho una famiglia, denaro, successo, potere, prestigio. Perché non riesco a sentirmi felice?
  • Non riesco a trovare lavoro, sono disoccupato, sono povero, non ho speranze, che cosa ne sarà di me?
  • Ho paura, perché mi sento sempre in ansia
  • Ho paura, perché tutto mi spaventa
  • Ho paura, perché ho gli attacchi di panico
  • Ho paura, perché sono depresso
  • Ho paura, perché non ho nessuna idea di come iniziare a vivere smettendo di avere paura di tutto.

Nella maggior parte dei casi mi trovo di fronte ad un senso di rassegnazione, di impotenza o di straordinaria testardaggine.

Molto più raramente (quasi mai a dire il vero) arriva una persona che mi dice qualcosa di diverso: “Ho paura, perché sento che sto mentendo a me stesso. E temo di morire senza mai essere veramente venuto a questo mondo. Mi può dare una mano?”
Sono i casi in cui la prognosi è straordinariamente favorevole. Una domanda ben posta contiene già metà della risposta. Ed io so di essere di fronte ad un allievo pronto.

 

Se è vero che un anelito residuo di speranza ha condotto un essere umano  a cercarmi e a pormi una domanda, la sensazione è che la maggior parte delle persone alle prese con la propria crescita personale si aspetti esclusivamente – e la pretenda– una delle 3 seguenti risposte:

1. “E’ vero, la tua vita va proprio male. Non puoi farci niente. Mettiti l’animo in pace. Non meriti niente più di questo. Hai fondato un inferno, e lo governi. E a ben guardare deve darti una grande soddisfazione essere il re, o la regina, di tutti i diavoli”

2. “E’ vero, la tua vita va proprio male, ma non dipende da te. Non sei tu l’autore della tua vita. Non sei tu il responsabile delle tue scelte. Dipende da tuo padre e tua madre, dipende dal governo, dal tempo, dalla congiuntura economica, dalla politica sociale, dal tuo vicino di casa, dal sindaco, dal papa e dal re. In ogni caso non dipende da te”.

3. “Continua pure a governare sul tuo inferno, ma puoi  diventare un diavolo felice utilizzando i 3 Rimedi Definitivi per l’Ansia che hai trovato in Google, in associazione con il videocorso sulle 17 chiavi segrete della felicità e un certo numero di pillole colorate da assumere prima e dopo i pasti. A vita”.

Di questo voglio parlarvi oggi. Della vostra crescita personale come esseri umani.  Avete la possibilità di dimenticarvi da questo momento e per sempre che la vostra personalità e il vostro carattere sono quelli che sono, e che niente può essere cambiato. Potete dimenticarvi per sempre che la vostra sorte e il vostro destino dipendono dal vostro patrimonio genetico, dall’educazione ricevuta, dai genitori, dagli insegnanti, dalla massoneria, dalle congiunture astrali, dagli immigrati clandestini, da quell’intruso di vostro fratello. Voi avete creato la vostra personalità. Voi avete il potere di cambiarla. In qualsiasi aspetto. E di dare alla vostra vita un nuovo corso, del tutto soddisfacente e in linea con le vostre aspettative più fantastiche.

 

CRESCITA PERSONALE. LA GRANDE ILLUSIONE E LE FALSE CONVINZIONI

Le grandi ilusioni e le false convinzioniSiamo talmente abituati, fin da quando mettiamo piede in questo mondo, a pensare a noi stessi come esseri limitati che inesorabilmente ognuno di questi limiti si manifesta nella nostra esistenza. Ci sono abitudini e riti, appresi nel corso dell’infanzia, che progressivamente si installano nella mente degli esseri umani condizionandone le scelte, le attitudini, la posizione nel mondo, la filosofia di vita.
La mente umana, in condizioni ordinarie, è estremamente pigra. Di fronte ad un qualsiasi evento o stimolo -provenienti sia dal mondo esterno che da quello interno- tenderà sempre a ricercare un modello di risposta preconfezionato e già depositato nel proprio “Archivio Generale delle Risposte Universali”.

Solo se non troverà niente di “già utilizzato in precedenza” si rassegnerà a creare una soluzione o una risposta nuove. Peccato che a 13 anni un essere umano abbia già un “Archivio Generale delle Risposte Universali” completo, e in grado di fornire risposte automatiche pressoché ad ogni tipo di richiesta.

E’ il motivo per il quale la maggior parte degli esseri umani si ritrova a 20 anni, a 30, a 40, a 50 e – talvolta per l’intera esistenza- a fornire risposte vecchie a problemi nuovi.

Le stesse risposte che apparentemente avevano funzionato quando avevate 2, 3, 4, 5 anni. E se non avevano funzionato vanno bene lo stesso. Così vi avevano spiegato, o vi sembrava di aver capito. E il pacchetto di risposta era entrato nell’ “Archivio Generale delle Risposte Universali”, pronto ad essere lanciato in esecuzione automatica all’avvio del sistema – per tutto il resto della vostra vita.

Ognuna delle posizioni che assumiamo nel corso della vita non è altro che l’esito di un’opinione, di una convinzione, di un punto di vista sul mondo sviluppato nei primi anni di vita.
Siete alle prese con il grande tema della crescita personale, vi siete fatti delle idee sulla vostra vita, avete delle convinzioni? Valutate la possibilità che siano false.

Più rimarrete aggrappati a queste idee, convinti che esse siano le uniche idee possibili, più ostacolerete e ritarderete il vostro processo di crescita e di evoluzione personale – fino al rischio estremo di passare direttamente dal condizione di frutto acerbo a quella di frutto passato di maturazione –senza mai essere transitati dalla fase intermedia.

Nel prossimo articolo vi parlerò delle 5 grandi convinzioni che cosituiscono il maggior ostacolo alla crescita personale

Leave a Reply